BOOKING

LOCALITA'

STRUTTURA

DAL

Al

CAMERE

ADULTI

BAMBINI

CERCA

CREA TUO

VIAGGIO

LOCALITÀ

AVVISI E BANDI

06 Mar 2017 - ABRUZZO OPEN DAY EDIZIONE SUMMER 2017 
Avviso Esplorativo

  • ROCCA DI MEZZO

    ATTIVITA' DMC

    Parco Sirente Velino

    NATURA | PARCHI

    Parco Sirente Velino

    Via XXIV Maggio

    Tel. 08629166

    Descrizione

    Area di passaggio e collegamento naturale tra l'Adriatico e il Tirreno, il Parco è stato abitato dall'uomo sin dall'antichità, come testimoniano i numerosi ritrovamenti archeologici diffusi su buona parte del territorio.In epoca medievale, ha ricoperto un ruolo strategico per la difesa e il controllo militare, che ha influenzato l'assetto paesaggistico e architettonico del Parco, dove si possono ammirare borghi fortificati, torri di avvistamento e controllo, castelli, ponti romani.E' stato anche un luogo di spiritualità, come testimoniano i numerosi edifici religiosi e conventi, le semplici chiese rurali poste in contesti splendidamente isolati e le tracce mistiche e miracolose lasciate da personaggi come Celestino V, Sant'Erasmo, San Francesco d'Assisi che hanno attraversato o sostato su questo territorio, ma che continuano a vivere grazie alle suggestive feste e tradizioni popolari che la comunità locale, con orgoglio, continua a tramandare. Senza dimenticare le numerose visite e passeggiate che Giovanni Paolo II ha compiuto su questi monti.
    I Comuni del Parco: Acciano; Aielli; Castel di Ieri; Castelvecchio Subequo; Celano;Cerchio; Collarmele; Fagnano Alto; Fontecchio; Gagliano Aterno; Goriano Sicoli; Magliano de' Marsi; Massa d'Albe; Molina Aterno; Ocre;Ovindoli; Pescina; L'Aquila; Rocca di Cambio; Rocca di Mezzo; San Demetrio Nè Vestini; Secinaro; Tione degli Abruzzi.
    Il Medioevo: l'incastellamento
    Nell'XI secolo l'area del Parco diventa una barriera settentrionale del regno normanno. A seguito di tale evento, l'intero Abruzzo diviene una regione completamente integrata nelle vicende politiche ed economiche del sud. Per esigenze difensive, il territorio si viene a caratterizzare per il fenomeno dell'incastellamento, quel coagulare, cioè, di insediamenti sparsi in borghi fortificati che costituiscono ancora oggi la struttura fondamentale del panorama architettonico-paesaggistico del Parco. Sistemi di avvistamento e comunicazione, torri singole o cintate, vere e proprie fortificazioni consentivano il controllo sul territorio e sui pericoli che potevano sorgere. Il processo di incastellamento ed aggregazione della popolazione in nuovi centri si completa intorno alla metà del XIII secolo, in coincidenza con la ricostruzione del Castello di Celano (distrutto da Federico II nel 1223) e la decadenza di Alba. Quest'ultima ebbe conseguenze di un certo rilievo sull'organizzazione del territorio: ne derivò infatti una deviazione verso oriente del percorso fondamentale Valle dell'Aterno - Marsica (che già dall'epoca romana aveva il suo tratto finale sull'asse S. Potito - S. Iona - Forme - Alba), ed il consolidamento del nuovo percorso orientale S. Potito - Celano, fino alla Tiburtina Valeria. Sempre per motivi di sicurezza, oltre che più strettamente strategico-militari, cominciarono a prendere corpo le varie reti di comunicazione per avvistamenti reciproci tra i borghi fortificati nella Valle dell'Aterno, un sistema molto articolato ed utilizzato dopo la metà del XIII secolo come sistema difensivo della città di L'Aquila e dei percorsi che ad essa conducevano.
    Ancor oggi, sono visibili: il castello di Rovere, il castello di Celano, il castello di Gagliano Aterno, i ruderi del castello di S. Potito ad Ovindoli, i ruderi dei castelli di Beffi e Roccapreturo, i ruderi del castello di Tione e di quello di Fagnano Alto, la torre circolare ad Aielli, i resti dei borgo fortificato di Goriano Sicoli, il borgo fortificato di Castelvecchio Subequo e di Castel di Ieri, il borgo fortificato di S. Iona e quello di S. Maria del Ponte a Tione, il palazzo castellato di Molina, il borgo fortificato di Fontecchio.

     

    PAGAMENTO

    Visa

    Mastercard

    Bancomat

    PostePay

    Bonifico bancario

    Contanti

    PHOTO GALLERY

Via XXIV Maggio, snc

Rocca Di Mezzo 67048 (AQ)

 

C.F. 01894910668

 



Privacy